Menu
Carrello 0

SCOPRI IL TUO FOTOTIPO E IL FATTORE DI PROTEZIONE (SPF) ADEGUATO

Pubblicato da Farmacia Aliberti il Iscriviti!

Condividi questo post


QUAL'È IL TUO FOTOTIPO?

Il criterio fondamentale per scegliere la protezione solare adeguata è la conoscenza del proprio fototipo. Esistono 6 tipologie di fototipi, ogni categoria rappresenta una tipologia di pelle differente.

I primi tre fototipi sono caratterizzati da carnagioni chiare che sviluppano facilmente eritemi e sono maggiormente soggetti a scottature. I successivi tre gruppi hanno un incarnato più olivastro e scuro, hanno maggior resistenza nei confronti dei raggi solari e sviluppano con meno facilità eritemi solari e scottature.

I 6 fotoripi
I sei tipi di fototipo

Fototipo 1: La pelle è molto chiara, si arrossa anche dopo brevi esposizioni ed è frequentemente soggetta ad eritema e scottature solari anche dopo brevi esposizioni. Questa carnagione non si abbronza perché ha una scarsa produzione di melanina. I soggetti con fototipo 1 hanno capelli biondi o rossi, occhi chiari e spesso lentiggini ed efelidi. Queste persone devono porre la massima attenzione alla protezione solare ed utilizzare sempre, almeno nelle prime esposizioni, una protezione 50+.

Fototipo 2: La pelle è chiara, si arrossa facilmente ed è soggetta ad eritemi e scottature solari dopo esposizioni medio brevi. Questa carnagione si abbronza lievemente a causa della scarsa produzione di melanina. Presentano capelli biondi o castano chiaro e lentiggini. Anche queste persone devono porre massima attenzione alla protezione solare, utilizzando protezioni 50 o 50+ nelle fasi iniziali dell'abbronzatura

Super offerta kit abbronzatura pelle chiara FOTOTIPO 1 e 2

Fototipo 3: La pelle ha un colorito medio, si arrossa e sviluppando eritemi e scottature solari dopo esposizioni medie e prolungate. Il fototipo 3 è il più diffuso in Italia. Questa carnagione si abbronza intensamente dopo ripetute esposizione al sole sviluppando un colorito intenso. Per questo fototipo si consiglia di cominciare ad esporsi con una protezione alta. Quando la pelle risulta abbronzata si può scalare arrivando ad utilizzare fattori di protezione più bassi. Abbiamo preparato questo pacchetto adatto al fototipo 3.

Super offerta kit abbronzatura pelle media FOTOTIPO 3 e 4

Fototipo 4: La pelle è olivastra, non si arrossa, si scotta raramente e si abbronza vistosamente mantenendo il colore per lunghi periodi. Eritemi e scottature possono comparire solo dopo esposizioni molto intense. I capelli sono scuri così come anche gli occhi. Per questo fototipo si consiglia di iniziare l'esposizione solare con una protezione 30 e successivamente scalare su fattori di protezione inferiori. Abbiamo preparato un Kit di protezioni solare adatto al fototipo 4.

Super offerta kit abbronzatura pelle media FOTOTIPO 3 e 4

Fototipo 5: La pelle è naturalmente scura, non si scotta quasi mai. Pelle poco sensibile al sole. Queste persone sviluppano un'abbronzatura molto intensa. Attenzione però ai danni cellulari che il sole può provocare. Una protezione solare adeguata è sempre indispensabile.

Fototipo 6: La pelle è nera, non si scotta mai. Hanno capelli, occhi e pelle nera. Questo fototipo caratterizza le persone di colore che sono naturalmente protette nei confronti del sole. Anche per questo fototipo è consigliabile l'utilizzo di una protezione solare per evitare i danni cellulari causati dei raggi UV.

Super offerta kit abbronzatura pelle scura FOTOTIPO 5 e 6

i fototipi e i fattori solari
I sei tipi di fototipi, fattori di rischio e creme solari da utilizzare

    Le creme solari protettive che sono da utilizzare durante l'esposizione solare, riportano sulla confezione un numero, l'SPF (SUN PROTECTION FACTOR). Questo valore numerico rappresenta il grado di protezione che il filtro solare offre nei confronti dei raggi UVB, le radiazioni che determinano le scottature, i danni cutanei e che possono contribuire all'insorgenza di melanoma.
     
    Ad esempio, se la pelle sviluppa l'eritema solare dopo 10 min di esposizione ai raggi solari, un filtro solare SPF 10 permette di esporsi al sole per un tempo 10 volte superiore ( 100 minuti ovvero 1h e 40 min ) prima di sviluppare eritemi solari.
     
    La scala SPF non è lineare:
     
    Un filtro solare SPF 50+ scherma il 98% dei raggi UVB
    Un filtro solare SPF 30 scherma il 97% dei raggi UVB
    Un filtro solare SPF 15 scherma il 93% dei raggi UVB
     
    I filtri solari sono suddivisi in quattro categorie:
     
    protezione bassa: da 6 a 10 SPF
    protezione media: da 15 a 25 SPF
    protezione alta: da 30 a 50 SPF
    protezione molto alta: 50+ SPF
     
    Uno studio condotto dall’ Ohio State University Comprehensive Cancer Center afferma che applicare una crema solare con fattore di protezione SPF 30 può prevenire l'insorgenza del melanoma.
    E' consigliato utilizzare filtri solari a protezione molto alta durante le prime esposizioni al sole e scalare ad un SPF inferiore nelle successive esposizioni ed evitare di esporsi al sole nelle ore più calde ( in cui le radiazioni UV sono più intense).
    La crema solare va applicata prima dell’esposizione, e riapplicata ogni 2/3 ore. Nel caso di creme non impermeabili , è necessario riapplicare il prodotto anche dopo il bagno.
    Non sono da sottovalutare le scottature durate il bagno: osservando la fauna marina con maschera e boccaglio è molto facile scottarsi glutei e schiena.

    Dopo l'apertura generalmente il filtri solari durano 12 mesi. Questi prodotti non vanno mai lasciati al sole: possono raggiungere i 50 gradi e diminuire la protezione che offrono.

    Per ulteriori informazioni e approfondimenti ti invitiamo a leggere:

    Approfondimenti sui prodotti per ottenere un'abbronzatura perfetta.

    I falsi miti sull'abbronzatura

    Hai trovato l'articolo interessante?

    ISCRIVITI SUBITO ALLA Newsletter

    Riceverai solo articoli simili e promozioni sui prodotti in vendita, 100% no SPAM

    ← Post precedenti Post successivi →


    Lascia un commento

    Attenzione, i commenti devono essere approvati da un moderatore prima della pubblicazione